da Investopedia

Trader aggressivo:
Il trader che ama operare in modo massiccio, utilizzando la leva finanziaria più alta possibile, fare scalping e qualche operazione intraday.
Lettera:
Il prezzo al quale un market maker è disposto a vendere un titolo (acquisto per il trader). Il market maker visualizzerà anche un prezzo di acquisto o la quantità e il prezzo a cui è disposto ad acquistare (vendita per il trader).
Denaro:
Il prezzo al quale un market maker è disposto ad acquistare un titolo (vendita per il trader). Il market maker visualizzerà a sua volta un prezzo di vendita o la quantità e il prezzo a cui è disposto a vendere (acquisto per il trader).
Broker:
Termine normalmente utilizzato per definire, in generale, le società che agiscono come intermediari nei mercati finanziari. Esistono due tipi di broker: market maker o ECN.
ECN:
Electronic Currency Network. Permette l'accesso diretto del cliente al mercato interbancario, ottenendo di conseguenza spread più stretti. La maggior parte degli ECN ha una commissione fissa per ogni lotto o posizione..
Leva finanziaria:
L'uso di vari strumenti finanziari o di capitale in prestito, come margine, per aumentare il potenziale ritorno di un investimento.
Lotto:
Pacchetto con il quale le unità negoziate sono inviate al mercato. Ci sono 2 tipi di lotti: mini e standard. Un mini lotto è composto da 10.000 unità della valuta di base mentre il lotto standard è composto da 100.000 unità della valuta di base, cioè 10 volte più grande..
Margine:
L'ammontare del patrimonio depositato da un cliente come deposito di garanzia in misura percentuale al valore di mercato dei titoli detenuti.
Market maker:
Intermediario tra il mercato interbancario e l'utente finale. Il fornitore di liquidità interbancaria addebita al market maker una piccola commissione per l'accesso ai volumi di scambio. Il market maker ottiene commissioni dai propri clienti (sotto forma di spread, commissione diretta o entrambe) per fornire loro l'accesso ai prezzi negoziabili sul mercato dei cambi.
Il trader moderato:
Il trader a cui piace un leva finanziaria alta, che opera su un orizzonte temporale di 1 o 2 giorni e non investe un capitale per operazione pari a quello del trader aggressivo.
Pip:
La più piccola variazione di prezzo possibile in un determinato tasso di cambio .
Spread:
La differenza tra il prezzo di offerta e il prezzo di domanda di un titolo o un bene.